buzzoole code

7 azioni per salvarti da un furto in viaggio

Theft signal

Last updated on 03/07/2017 at 15:56:25

Un furto in viaggio non è certo una cosa che auguro a qualcuno, ma quando si è fuori le possibilità che qualcosa possa andare storto sono sicuramente più elevate che se rimanessimo a casa. Puoi essere derubato oppure perdere il tuo zaino da qualche parte, o rovinarne il contenuto cadendo in acqua, un leone potrebbe mangiartelo o gli alieni potrebbero scipparti del tuo portafoglio nascosto, con tutte le carte di credito e i documenti. Quindi preparati al peggio.

Non posso darti la soluzione perfetta per superare un furto in viaggio, ma se segui questi consigli ci sono buone probabilità che tu sia più preparato ad affrontare una situazione del genere.

1 – Sottoscrivi un’assicurazione di viaggio

Questa è obbligatoria. Se vuoi viaggiare, ci sono innumerevoli modi per risparmiare, ma se c’è qualcosa sul quale NON dovresti farlo è questa. Lo sai come funziona, no? La volta che non sei assicurato, ti succede qualcosa. Quindi, per prevenire questa simpatica situazione, usa il tuo motore di ricerca preferito e cerca l’assicurazione che fa per te.

Ce ne sono svariate, io posso solo dirti che World Nomads è probabilmente la migliore che ho provato, ma potrebbe non fare al caso tuo. Ad ogni modo, se vuoi sapere perché, dai un’occhiata a questo articolo dove ne parlo.

2 – Fai foto a tutta la tua roba

Photographic equipment | 7 steps to survive a theft

Roba del genere. Per fortuna non sono un fotografo…

Sicuramente avrai una serie di cose che vuoi portarti dietro quindi, dopo che hai radunato tutto, fagli una foto. I vestiti non sono importanti ma le altre cose, come i documenti e gli apparecchi elettronici, sì.

Passaporto, carta d’identità, cellulare… tutto quello che ha un valore, assicurati di avere una prova di cosa sia e, se ancora hai lo scontrino di quando l’hai comprato, fai una foto anche a quello. Meglio una foto in più che una in meno. Le assicurazioni richiedono che tu fornisca delle prove perché possano rimborsarti di una perdita, e questo è il miglior modo di procedere.

Fatti anche qualche fotocopia dei documenti, non si sa mai.

3 – Mettile sul cloud

Oggi si parla di cloud per qualsiasi cosa inerente alla rete, quindi vediamo di trarne vantaggio anche noi. Sono sicuro che quasi tutti abbiano un spazio di archiviazione online, ma nel caso tu non ce l’abbia, posso dirti di scegliere tra uno di questi due: Dropbox o OneDrive.

Entrambi forniscono un piano gratuito di diversi gb dove poter salvare i tuoi file, entrambi sono perfettamente integrati con i sistemi operativi per computer o smartphone quindi quello che devi fare ora è usare uno di questi due servizi e metterci tutte le foto che hai scattato ai tuoi oggetti.

Inoltre puoi usarli per salvare file anche quando sei in viaggio ed evitare di perdere qualcosa: ti basta una connessione internet, a prescindere da dove ti trovi, per accedervi da qualsiasi apparecchio nel mondo.

4 – Dividi gli oggetti in più posti

Ti porti dietro due carte di credito? Non tenerle insieme, o le probabilità che tu le possa perdere entrambe nello stesso momento sono più alte. Tienine una con te e l’altra nello zaino, oppure ovunque pensi sia al sicuro. Stessa cosa vale per i documenti. Se viaggi col passaporto e la carta d’identità, tienili separati, così che almeno uno possa rimanere in tuo possesso.

Ricorda questa procedura per le cose che porti con te e pensa: cosa succederebbe se mi rubassero lo zaino con tutto dentro? Usa il cervello, non mettere tutto in un solo posto. Ridondanza!

Questi erano le azioni introduttive, prima del viaggio. Ora facciamo finta che qualcosa sia andato male e non ti sia rimasto quasi niente (che è quello che mi è successo a me la seconda settimana delle dodici che dovevo fare in sud America…)

5 – Polizia!

German police department | 7 steps to survive a theft

Sia che tu abbia perso qualcosa che tu abbia subito un furto in viaggio, chiama la polizia. Se non hai più un telefono, chiedi aiuto alla gente del posto. Ovviamente dovrai compilare un po’di scartoffie, dichiarando cosa ti è successo e cosa hai perso, e qui entrano in gioco le foto.

Se non hai modo di vederle, cerca di fare del tuo meglio per ricordare tutto ciò che possedevi: documenti, biglietti (aereo/pullman/treno), cellulare, libri e così via. La denuncia compilata ti servirà per richiedere il rimborso alla compagnia assicurativa.

Con la denuncia che dichiarava che nel mio zaino c’era anche un biglietto di pullman per la Patagonia, sono stato in grado di viaggiare ugualmente mostrando la denuncia all’autista, ma questo sta al buon cuore dello stesso.

Attenzione, però: senza i tuoi documenti non potrai attraversare alcun confine, quindi continua a leggere!

6 – Trova un consolato/ambasciata

Hai bisogno dei tuoi documenti quindi trova il consolato o l’ambasciata più vicina a dove ti trovi.

A seconda della situazione, con la denuncia della polizia che ora hai, possono rilasciarti un documento d’identità provvisorio o preparartene uno nuovo. Quest’ultima opzione richiede del tempo perché il passaporto deve partire dal tuo paese d’origine, che immagino sia l’Italia (e questo significa settimane d’attesa…).

Chiedi se possono inviarti il nuovo documento in un’altra città che abbia un consolato o un’ambasciata, almeno puoi viaggiare ancora un po’ prima che arrivi. È esattamente quello che ho fatto io in Argentina, se non fosse che ho aspettato ugualmente come un cretino tre settimane a Bariloche… “Sta arrivando, arriva domani!” dicevano.

Tieni però a mente questo: col tuo nuovo passaporto, la prima volta che passi un confine non vedranno nessun timbro di ingresso in quella nazione. Dovranno investigare e trovare la data in cui sei entrato e ci potrebbe volere un po’ quindi rilassati e sii paziente, stanno solo facendo il loro lavoro.

7 – Blocca le tue carte!

Credit cards | 7 steps to survive a theft

Se perdi la tua carta di credito, debito o prepagata, c’è solo una cosa da fare, bloccarla. Ogni circuito ha un numero internazionale da poter chiamare per bloccare la carta, quindi segnatelo da qualche parte, non perderlo e chiamalo.

Ti chiederanno prove della tua identità, per capire se sei veramente te il proprietario della carta, e questo dovrebbe essere sufficiente. Ed ecco perché ti ho detto di farti delle fotocopie dei documenti, se non ti rimane altro!

Ora tocca a te. Hai fatto tutto quello che era in tuo potere per risolvere questa situazione ma non essere triste, in fin dei conti erano solo oggetti. Ora rilassati e goditi il viaggio, sarebbe potuto andare peggio!

E tu, mio caro lettore, sei mai stato vittima di un furto in viaggio? Raccontamelo nella sezione commenti!

Piaciuto? Pinnalo!

7 steps to survive a theft while traveling

Related Articles

Rispondi